Shopping in Spain -Pamplona-


Tornare a casa è sempre un disastro per me. L’ideale nella mia vita sarebbe vivere perennemente con la valigia sul letto, prendere, partire, tornare… Forse sarà per questo che ogni tanto, quando ne sento il bisogno e il portafoglio me lo permette, me ne vado via per un po’. Ogni volta che lascio un Paese è sempre triste la mia Casa: l’Italia a puttane, i giovani a 90° gradi e i problemi di ogni giorno. Si, è vero, forse mi piace anche staccare e scappare proprio, dalla nostra triste realtà. Mi direte voi: “eh, ma la Spagna è messa ancora peggio della nostra Italia, che ti lamenti?”, è vero ma… caspita, le persone son diverse. C’è più innovazione, svecchiamento, gioventù. L’aria che si respira è diversa. Almeno, quella che ho respirato io in questi giorni. Dimenticatevi la Spagna di Barcellona e di Madrid, alle fiumane di turisti, non pensate minimamente alle soleggiate e affollate Ibiza, Mallorca ecc.. i posti in cui sono stata sono così diversi, così poco conosciuti dalla maggior parte degli italiani che è un vero peccato (ma una fortuna per me, perchè detesto gli italiani all’estero, sempre così sbruffoni e maleducati).  La Spagna del nord ha una cultura particolare, attaccata alle radici di un popolo forte e fiero; le persone sono di un’ospitalità indescrivibile e le città sono sicurissime e vivibilissime ad ogni ora, persino di notte. I prezzi in bar e ristoranti storici non sono a livelli disumani come quelli di Firenze, gli sconti sono realmente sconti e non esiste che ci sia un negoziante o un barista che non ti faccia lo scontrino. Neanche per un pacchetto di sigarette o un caffè.

Parlando di shopping, lo scorso anno ho postato articoli dettagliati sulle viuzze e i negozietti di Pamplona (qui e qui lo shopping reportage), con indicazioni di articoli e di prezzi: quest’anno non ve li riproporrò, dato che, per loro fortuna, i negozi ci sono sempre e sembrano quasi non subire la crisi, ma vi segnalo una catena in particolare di articoli low cost, Sfera. Ho notato che tra Zara, Stradivarius, Sfera e Blanco (ve ne ho parlato nello shopping reportage di Madrid), le catene di abbigliamento low spagnole sono molte, con ottimi rapporti qualità prezzo e moderne; quindi mi sono chiesta perchè non esista anche in Italia la nostra Zara. Porterebbe lavoro e fomenterebbe nuove idee e poi.. chi lo dice che il made in Italy debba per forza essere Valentino, Armani, Versace, ecc? Perchè non ideare, creare e produrre in Italia con personale e risorse italiane?

 

Ah, già, giusto, siamo in Italia.

 

Tornando a noi, vi mostrerò i miei acquisti nei prossimi post, intanto sbirciate un po’ la collezione di Sfera e ditemi che ne pensate 😀  Mi sembrava di stare nel Paese dei Balocchi, ogni giorno i negozi ribassavano i prezzi, e non all’italiana… qui vi parlo di sconti che arrivavano al 70%!!! Pensate che Stradivarius, dopo una sola settimana di rebajas, ha messo TUTTO al 50%. E indovinate un po’ che cosa mi son comprata……

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...