Shopping del week end e “gambe di pollo”

10299528_640965905987401_7485542573450532602_nTorno a casa dopo un’ora di piscina, sono le 15:00 e fa caldo. Decido di non mettermi le calze, per la prima volta posso affrontarlo. Ce la faccio. Cammino rapida perchè ho fame, tanta fame e la palestra dista 30 minuti a piedi da casa mia.
Un tipo parcheggiato nel suo furgoncino mi guarda -e io penso ecco, il solito maniaco– e mi ride in faccia. “Hay que tomar el sol, tia, tienes piernas de pollo!!” Penso che questo perculo sia abbastanza facile da comprendere, comunque sia, “pierna” vuol dire gamba (e “gamba”, vuol dire gamberetto, ma è un altra storia…). Decisa a prendere un po’ di sole (oh, tizio nel furgoncino, che ne sai, magari la mia pelle di luna mi piace!!), più che altro per sentirne il calore sulla pelle e sui capelli e per ridere di me stessa il giorno dopo per le bruciature, sono andata a Barcellona. Ovviamente non c’era il sole.
Che fare quindi? Shopping, ovvio. Però low cost, sia chiaro. Continua a leggere