Diksì, hecho con amor

01e96032f244558186e05972a6315bf0

Che li spagnoli fossero bravi e originali nell’industria della moda, soprattutto low cost, ne abbiamo avuto la conferma svariate volte, ma spero che anche i miei shoppng reportage dei vari negozi e brand della Spagna, vi siano stati di aiuto. Anni fa vi mostrai un marchio che trovai per caso nella meravigliosa città di San Sebastian, nei Paesi Baschi (e se non ci siete mai stati perchè per voi la Spagna è il sud, Formentera e le varie isole, non avete ancora capito un bel niente!!!), il suo nome: Diksi. Continua a leggere

Lefties


3
Lefties. Ne avete mai sentito parlare? Forse è ronzato un po’ in testa  a chi segue il mio blog da tempo, visto che sono entrata spesso in questo negozio quando ho visitato Madrid e ho vissuto a Siviglia e Terrassa… molte di voi, la stragrande maggioranza, invece, non sanno neanche cosa sia. Ovvio, perchè in Italia non arriva, almeno per adesso (smentitemi, vi prego!!).
Fa parte del gruppo Inditex, babbo creatore di Zara, Bershka, Pull&Bear, Massimo Dutti, Stradivarius, Oysho, ZaraHome e è il brand più a basso costo di tutti. Qui potete trovare merce in saldo in qualsiasi momento dell’anno, pensate che a novembre ho comprato un paio di jeans a 10 euro, ancora intatti e sicuramente più buoni di quelli di h&m, che si sformano dopo due ore che li porto. Continua a leggere

Il viaggio perfetto è circolare. La gioia della partenza, la gioia del ritorno.

1525028_10202253380512421_2047208636_nAmiche, oggi il post sarà un po’ diverso, non lo dedicherò a scarpe, borse o vestiti, ma a me, a questo anno passato fuori casa.
Esattamente un anno fa è cambiata in modo radicale la mia vita, quanto l’ho bramato e desiderato questo lavoro! Ho aspettato da febbraio al 24 di giugno per averne la conferma, sono stati mesi assurdi, ricordo che a maggio ero un cane rabbioso… e poi, il verdetto. Via, si parte. Ho stravolto tutto, ho fatto una marea di bagagli e sono partita. C’è chi mi ha definita coraggiosa, chi mi ha ammirata e chi mi ha presa per pazza, perchè a 28 anni non si cambia così la propria vita, ma si resta a casa, si cerca qualsiasi lavoro senza essere “choosy” e poi si mette su famiglia. In particolar modo per un paio di amici avrei dovuto avere il destino segnato, rassegnata a un lavoro che non mi avrebbe mai dato soddisfazioni, accontentandomi di quello che avevo e ringraziando di averlo. No, io non sono così, non posso accondiscendere silenziosamente a una vita che non sentivo mia. Continua a leggere

Andalucía

flamenco

 

Una settimana assurda, una settimana piena di gente, ecco quello che ho appena vissuto. Sono arrivata con le mia amiche a Mollina, in Andalusia, lunedi pomeriggio, dopo aver tagliato a metà tutta la Spagna in treno, per una formazione di lavoro. Tre giorni con 180 persone, orari serrati e “associazionismo inquietante” al punto tale che mi sembrava di essere in mezzo ai papa boys: stavo diventando pazza. Venerdi mattina, finalmente, tre giorni solo per noi amiche.
Andalusia, questa si che è Spagna. Si mangia bene, si spende poco, c’è movida, la gente si veste sempre impeccabile (a Terrassa tutti viaggiano con zaino e look in stile punk abbestia) e i panorami mi lasciano sempre a bocca aperta. Continua a leggere

Three Floor Fashion

134Carissime! Mentre voi leggerete questo post, io sarò in viaggio verso Malaga, dove mi attendono tre giorni di formazione di lavoro e un week end nella mia amata Sevilla. Molte di voi sanno perchè sono particolarmente legata a questa città magica, e per chi ha iniziato a seguirmi da poco, faccio un piccolo riassunto: nell’estate 2012 ho avuto modo di frequentare un tirocinio di 3 mesi presso il Cicus Lab dell’università di Siviglia. Questa città vibra, è piena di calore e di colore, mi ha dato tanto, ho trovato amiche importanti e ho conosciuto a fondo me stessa. Ah, cosa non da poco: mi ha fatto imparare lo spagnolo! Si, perchè mica lo parlavo prima…
Ma torniamo a noi, il post di oggi lo voglio dedicare a un brand che ho appena scoperto (si,ok a volte sono lenta e arrivo tardi alle novità), Three Floor Fashion. Continua a leggere

New in: vestito di tulle

collageuuuuu

E’ il mio preferito, senza dubbio l’abito migliore e più bello che sia riuscita ad ottenere. Una sottoveste in raso color skin ricoperta da un solo strato di tulle bianco, nato e pensato per diventare un velo da sposa. Alla faccia della sposa, il “velo” può essere utilizzato in mille altri modi. Avrei voluto maggior ampiezza nella gonna e magari qualche altro strato in più, ma l’effetto mi ingrossava. Il volume nella gonna era stato ottenuto con delle increspature del tulle sul punto vita e delle piccole pieghe a cannone della gonna in raso sottostante, ma mi sentivo più grossa. Senza contare che tutto quel volume avrebbe diminuito fortemente la possibilità di indossare un abito del genere, facendolo risultare più importante e particolare di quello che in realtà già è. Alla fine ho ottenuto un effetto più moderato ma sempre elegantissimo e chiccoso con un solo strato di tulle: l’ampiezza c’è ma non è esagerata. Continua a leggere

Ma quanti Awards!!!!

liebster-blog-award1

super-sweet-blogging-award

Ok, prima della fine avrei dovuto farlo, chiedo umilmente perdono se non vi ho mai dato la soddisfazione di rispondere, ma mi dimentico sempre!! Eppure sono ottime occasioni per conoscerci meglio e per promuovere i nostri blog.. di cosa parlo? Dei Liebster Blog Award! Ne ho ricevuti un bel po’ ultimamente e non ho mai ringraziato nè condiviso il post, per questo ricomincio a scusarmi 😛
Ma passiamo ai fatti… vi ringrazio non solo per i riconoscimenti, ma per l’effetto e i rapporti che sono via via diventati più concreti nel corso dei mesi, in alcuni casi anni, che ho passato con voi nel mondo della rete, della bellezza e della moda. Siete pazze, pazze come me e vi adoro.
Tra l’altro, ho ricevuto ieri da TheFashionCat un Super Sweet Blogging Award e poco fa da Sara un Liebster… quasi quasi vi rispondo in un post solo ^^ Continua a leggere